Primo piano

Falsi matrimoni tra italiane e pachistani: 9 denunciati

La polizia di Viterbo ha denunciato sei stranieri e tre italiani per aver organizzato matrimoni falsi tra cittadini europei e extracomunitari e ha sequestrato numerosi documenti a seguito di perquisizioni. I soggetti si presentavano all’ufficio immigrazione della questura per richiedere il permesso di soggiorno, validità 5 anni, dopo aver sposato cittadini italiani o comunitari, ma i matrimoni erano solo un espediente per ottenerla.

L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura di Viterbo, si è incentrata su alcune richieste per la carta di soggiorno segnalate dall’ufficio immigrazione in relazione a tre matrimoni che erano stati celebrati nel Comune di Civita Castellana.

Dagli approfondimenti investigativi, dalle testimonianze e dall’esame dei documenti è emerso che a organizzare i matrimoni di comodo erano due pachistani. Le italiane compiacenti avrebbero ricevuto compensi tra i mille e i duemila euro.

Il reato contestato è quello di indotta falsità ideologica del pubblico ufficiale in atti pubblici (in un caso il solo tentativo di reato). Sono in corso le valutazioni per eventuali provvedimenti di revoca dei permessi indebitamente ottenuti dagli extracomunitari.

Articoli correlati

Governo, Salvini rassicura: “Non cambia niente dopo Abruzzo”.

Redazione StudioLive24

Fiducia al Governo anche al Senato, oggi Conte a Bruxelles

Redazione StudioLive24

Quota 100, Salvini: “Orgoglioso oltre 6mila adesioni in Campania”

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy