Primo piano

TAV: Salvini: “Di Maio mi spieghi perché non farla”

“Voglio risolvere i problemi e finire le opere lasciate a meta”. Se costa di più fermare un’opera e tornare indietro, che finirla e andare avanti togliendo tir dalle strade, inquinamento dall’aria e aiutando imprenditori e pendolari non capisco perché bisogna fermarsi. Di Maio dice che finché è al governo non si farà? Mi spieghi perché. Non ci sono tifosi del si’ e del no. Mi spieghi perche’, numeri alla mano, è sconveniente usare treni veloci che ci collegano al resto del mondo risparmiando inquinamento e risparmiando quattrini”.

Così il vice premier Matteo Salvini poco fa al giornale radio Rai su Radio 1 intervistato da Francesca Cecchini. Nell’intervista si è parlato anche del caso Diciotti e di come i M5s voteranno in Senato: “Lascio che ciascuno dei senatori legga i documenti e decida se io ho bloccato gli sbarchi, cosa che continuerò a fare, per la sicurezza degli italiani o per altri ragionamenti. Uno scambio Tav contro Diciotti? No, questa è la vecchia politica. Io faccio il ministro, continuerò a farlo con orgoglio. Ognuno pensi a cosa vuole votare in Senato. Io mi alzo e lavoro tranquillo”.

Articoli correlati

Ponte Morandi: familiari contro la delegazione di Autostrade

Redazione StudioLive24

Pd: l’addio di Renzi, tra le polemiche nasce “Italia Viva”

Redazione StudioLive24

Berlusconi: “Lega senza Forza Italia si suiciderebbe”

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy