Cronaca Primo piano

Napoli: morto 15enne colpito da proiettile in testa. I parenti devastano l’ospedale

Un 15enne napoletano è stato ferito da colpi di pistola alla testa e al torace ed è morto in ospedale dopo il tentativo di salvarlo da parte dei medici. Il minore era stato soccorso questa notte da un’ambulanza del 118 in via Generale Giordano Orsini, nella zona di Santa Lucia.

Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi per le ferite d’arma da fuoco riportate. Il 15enne trasportato all’ospedale Vecchio Pellegrini era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione ma è deceduto a causa della grave compromissione delle sue funzioni vitali.

I parenti del ragazzo hanno danneggiato il pronto soccorso. Secondo quanto si è appreso, il ragazzo sarebbe stato al centro di un agguato con modalità camorristiche. Alle 7 i sanitari del pronto soccorso dell’ospedale hanno constatato danni ad arredi e attrezzature nonché  l’assenza delle condizioni igienico-sanitarie tali da non permettere lo svolgimento delle attività assistenziali di emergenza in sicurezza sia per i pazienti che per gli operatori.

 

Alle ore 7,30 dichiarata la sospensione del servizio di pronto soccorso, con il trasferimento di 8 pazienti presenti nei reparti dello stesso presidio ospedaliero o, con ausilio del 118, in altri ospedali cittadini.

Articoli correlati

Sicurezza, 6.500 reati al giorno: boom truffe online

Redazione StudioLive24

Coronavirus – in Campania chiuse discoteche e luoghi di svago

Redazione StudioLive24

Napoli: domani alla Galleria Toledo in scena lo spettacolo “Il maestro più alto del mondo”

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy