Primo piano Spettacolo

Marateale: Le giornate del Cinema Lucano cambiano nome

La Lucania diventa sempre di più terra della settima arte, riuscendo a valorizzare la varietà dei suoi paesaggi, l’originalità di questa “Terra di mezzo”, e ora tocca alla Perla del Tirreno, Maratea e le sue peculiarità orografiche, sospesa tra cielo e monti, tra coste e torri a guardia dei sentieri interni, che Dino Buzzati cantava nelle sue liriche e Indro Montanelli descriveva con la sua prosa.

Le prospettive nazionali e internazionali del cineturismo e il rapporto virtuoso tra Maratea, la Basilicata, il cinema e gli eventi al centro di un incontro alla Bit di Milano, moderato dalla conduttrice Carolina Rey e che ha visto i saluti di apertura di Vito Bardi, presidente della Regione Basilicata.

Tante le novità annunciate relative alla prossima edizione del “Le giornate del cinema lucano a Maratea – Premio Internazionale Basilicata 2020” e alla sua offerta turistica. La prima anteprima riguarda il cambio di nome: “Marateale – Premio internazionale Basilicata” sarà la nuova dominazione.

«Siamo orgogliosi della nostra importante rassegna cinematografica internazionale, che si terrà dal 21 al 26 luglio 2020 – ha commentato il sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli – e che ha visto nella scorsa edizione, tra i tanti illustri ospiti, la partecipazione di Richard Gere. Anche per quest’anno e per gli anni a venire, in sinergia con la Regione Basilicata, l’Apt, gli operatori turistici e le associazioni presenti sul territorio, stiamo lavorando alla programmazione turistica di Maratea, al fine di realizzare un’ offerta sempre più rispondente alle esigenze del mercato».

Oltre a Stoppelli, sono intervenuti anche Biagio Salerno, presidente del Consorzio Turistico Maratea, Pierfranco De Marco, presidente della pro loco di Maratea La Perla, Antonella Caramia, presidente dell’associazione Cinema Mediterranea, Antonio Nicoletti, direttore Apt Basilicata e Antonino La Spina, presidente Umpli Nazionale.

Numerosi gli esponenti del mondo del cinema che hanno portato il loro contributo, dalla produttrice Michela Scolari, per continuare poi con Alberto Barbera direttore del Festival del Cinema di Venezia, l’ attrice Vittoria Bianchini, che sarà una delle protagoniste del prossimo film di Terry George che si girerà anche in Basilicata. Testimonial dell’incontro, la cui organizzazione è stata curata dall’assessore al Turismo del Comune di Maratea, Valentina Trotta, gli attori Paolo Ruffini e Sandra Milo. Entrambi hanno speso bellissime parole per Maratea ed il territorio lucano, definendolo un luogo familiare, dove ci si sente a casa. 

Articoli correlati

Coronavirus: Viminale, linea dura per i furbetti dei controlli

Redazione StudioLive24

Cinema, oggi al via la76ma mostra di Venezia

Redazione StudioLive24

Fase2: De Magistris, “Emetterò ordinanze per aprire Napoli 24 ore su 24”

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy