Primo piano

Scambio di accuse M5S-PD, “l’accordo rischia di saltare per ambizione di Di Maio”

Scambio di accuse M5s-Pd dopo la cancellazione del vertice per il governo previsto per le 11.

“L’accordo rischia di saltare per le ambizioni personali di Di Maio che vuole fare il ministro dell’Interno e il vicepremier. Su questo non sente ragioni e va avanti a colpi di di ultimatum’, attaccano dal Pd. Falso, per il Movimento: ‘Di Maio non ha mai chiesto il Viminale per il M5s.
Prima per noi vengono i temi’. Zingaretti ha rinviato a domani la Direzione, ma ha convocato per le 16 al Nazareno la cabina di regia Dem ‘per assumere le decisioni conseguenti sulla crisi di governo, anche a seguito della cancellazione, da parte della presidenza del Consiglio, dell’incontro previsto questa mattina a Palazzo Chigi con la delegazione M5s’, si legge in una nota.
‘Dialogo bruscamente interrotto non capiamo perché, speriamo di riprendere’, dice il capogruppo alla Camera Delrio. ‘Litigano sulle poltrone, torna la Prima Repubblica’, attacca Salvini.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy