Primo piano

La Sea Watch entra in porto a Lampedusa, arrestata la capitana

La capitana della Sea Watch 3, Carola Rackete, ha deciso di entrare nel porto di Lampedusa nonostante la mancanza di autorizzazioni da parte delle autorità ed e’ stata arrestata per violazione dell’Articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra, un reato che prevede una pena dai tre ai 10 anni di reclusione. Tutti i migranti sono sbarcati dalla nave, che e’ stata posta sotto sequestro. Rackete era stata iscritta nel registro degli indagati dalla procura di Agrigento per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per rifiuto di obbedienza a nave da guerra. Ieri il ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva accusato il governo olandese di tenere un comportamento ‘disgustoso’.

Articoli correlati

Migranti, PM sequestra Open Arms: tutti sbarcati a Lampedusa

Redazione StudioLive24

Sea Watch, Carola libera: “Grande vittoria della solidarietà”

Redazione StudioLive24

Sea Watch: “A Napoli pronte 500 barche per i migranti”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy