Cibo e Sapori Primo piano

Gelaterie, business da 1,5 miliardi con 75mila impiegati

In Italia la regina è Roma, bene anche Napoli e Torino

 Un business da 1,5 miliardi all’anno, con quasi 75mila persone impiegate in tutta Italia. Sono i numeri delle gelaterie italiane, raccolti dalla Camera di commercio di Milano che ha censito 19mila imprese attive tra produzione e vendita. Regina del gelato è Roma con 1.409 attività e 4.286 addetti; seguono Napoli per imprese (898) e Torino per addetti (3.087). Tra le prime 10 per imprese ci sono Milano e Torino (oltre 700), poi Salerno e Bari con oltre 400.

In Lombardia si contano oltre 2.500 gelaterie, con oltre 10mila addetti. Genera un fatturato – dati 2017 – da 179 milioni di euro, il 12% del miliardo e mezzo nazionale. Tre gelatai su 10 sono donne e 1 su 10 ha meno di 35 anni. Il 6% sono stranieri appassionati del simbolo del gusto italiano e 8 gelaterie su 10 lo producono artigianale.

A crescere di più rispetto allo scorso anno sono Lecco, dove si contano in tutto 78 imprese del settore gelati (+6.8%) e Lodi con 45 imprese (+4.7%). Prime, per offerta di gelati, in Lombardia sono Milano con 782 gelaterie (+13,8% in 5 anni), Brescia con 370 imprese, Bergamo con 272, Varese con 248.

Le donne gelataie in Lombardia rappresentano il 31,1% del totale, con picchi a Bergamo e Pavia dove la quota raggiunge il 35%. Forte anche la presenza di giovani, sono il 10,7% in regione. Non mancano gli stranieri a cimentarsi con uno dei simboli del gusto italiano nel mondo (6,1% del totale regionale), in particolare a
Milano dove è straniero circa un gelataio su 10 (9,0%). E in regione il gelato è di qualità: gli artigiani che lo producono in proprio sono il 75,8% del totale.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy