Primo piano

Ponte Morandi, due arresti: affari della Camorra in Liguria

La D.I.A. di Genova sta eseguendo, in Liguria e in Campania, due ordinanze di custodia cautelare nei confronti dell’amministratore di fatto della Tecnodem srl di Napoli e di una donna considerata prestanome nell’ambito della medesima compagine societaria. Sono altresì in corso perquisizioni con esecuzione di sequestri preventivi, si aggiunge.

L’azienda è impegnata nella demolizione del “ponte Morandi”. Il manager oggetto del provvedimento è ritenuto contiguo ad elementi inseriti in organizzazioni camorriste. L’indagine è stata diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova.

L’indagine sulla società napoletana impegnata a Genova è stata e condotta dalla Dia ed aveva già comportato, sulla base dei primi accertamenti di carattere amministrativo – si spiega – l’emissione nel mese di maggio di un’informazione interdittiva a carico della citata azienda che era stata così estromessa da un subappalto di centomila euro, relativo appunto alla demolizione del “ponte Morandi”.

L’esecuzione delle misure cautelari personali e patrimoniali sta avvenendo d’intesa con la Dda della Procura di Napoli.
Ulteriori particolari dell’attività verranno resi noti in un incontro con la stampa che si terrà alle ore 11 alla Procura della Repubblica di Genova (biblioteca Margherita Ravera), alla presenza del Procuratore Distrettuale.

Articoli correlati

Camorra: blitz tra Avellino e provincia, 23 arresti

Redazione StudioLive24

Donna trovata morta in casa nel Casertano, volto fracassato. Arrestato il figlio: «Ho fatto una sciocchezza»

Redazione StudioLive24

Campania:picchia compagna e poi tenta di lanciare la figlia dal balcone

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy