Image default
AttualitàPrimo piano

No alla castrazione chimica, ma la maggioranza si divide. 

La Camera boccia l’ordine del giorno di Fdi al disegno di legge ‘Codice rosso’ contro la violenza sulle donne, che impegnava il governo ad introdurre la castrazione chimica come possibilità subordinata alla concessione della sospensione condizionale della pena in caso di condanna per reati sessuali. Lega e M5s si sono divise nel voto: il Carroccio ha votato con la Lega, i 5Stelle con Fi e Pd. Una circostanza che ‘sconcerta’ la Lega.

 

Related posts

Canon EOS M10’s Successor Rumored To Be Known As The M100

Coronavirus: chiuse le scuole della Campania e le Università

Redazione StudioLive24

Scuole sicure, grazie a fondi microcamere e cani antidroga

Redazione StudioLive24

Leave a Comment