Primo piano

Napoli, massacra di botte la moglie e chiama il 118: “Aiuto, non respira più”

«Correte, ho picchiato mia moglie: non respira più». Questo avrebbe detto mentre telefonava al 118 Vincenzo Lopresto, 40 anni, il marito di Fortuna Bellisario, 36 anni, ritrovata sul pavimento del suo appartamento al Parco la Quadra, nel quartiere Miano, alla periferia Nord di Napoli.

La donna è stata trovata morta in un appartamento a Napoli, in corso Mianella nel quartiere Miano. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 allertati da una telefonata del marito; giunti nell’appartamento, i sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte della donna, F.B. di 36 anni. I medici del 118 hanno allertato la Polizia di Stato, che ha avviato indagini su quanto accaduto a partire dall’individuazione delle cause della morte della 36enne e stanno ascoltando il marito.

Aveva tre figli, tutti minorenni, la donna trovata morta in casa in circostanze ancora da chiarire, nel quartiere Miano, a Napoli: Fortuna Bellisario, 37 anni, lascia tre bambini di 7, 10 e 11 anni.

A colpire a morte la donna sarebbe stato il marito, Vincenzo Lopresto, in circostanze però ancora poco chiare. I figli della coppia al momento dell’accaduto non erano in casa ma con la nonna.

Per i vicini era sempre stata una coppia tranquilla.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy