Image default
Primo piano

Denunciò i mafiosi ma lo Stato lo punisce: imprenditore si suicida a Gela

Morto suicida  l’imprenditore Rocco Greco di 57 anni di Gela (Caltanissetta) che aveva denunciato i boss mafiosi. L’uomo, a sua volta venne accusato di avere rapporti con i boss. Ma il Tribunale lo aveva assolto. Una sentenza che però non è bastata per impedire alla Prefettura di prevedere l’interdittiva per la sua azienda. Un provvedimento che gli aveva fatto perdere tutti gli appalti.  Ieri la decisione di farla finita. Si è ucciso con un colpo di pistola nella sua azienda, la Cosiam, di via Butera e Gela. Soccorso è stato trasportato all’ospedale “Vittorio Emanuele” dove è morto.  “Denunciare i boss del pizzo mi è costato caro”, continuava a ripetere ai familiari. Sul  suicidio indagano i carabinieri  e la polizia.

Related posts

StudioNews, il salotto sanremese capitanato da Patrizia Barsotti e Andrea Iannuzzi

Tommaso Martinelli

Calcio, Spalletti: “Inter la si aiuta in campo, siamo in difficoltà”

Carabiniere napoletano ucciso: la confessione dell’assassino e la ricostruzione

Redazione StudioLive24

Leave a Comment