Image default
Primo piano

Napoli, sigilli al tesoro al clan Di Lauro

Sequestro beni da 400.000 euro a un elemento di vertice di una cosca camorrista di Napoli. Agenti della Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Anticrimine della Questura partenopea hanno dato esecuzione al decreto di sequestro beni nei confronti di Antonio Magnetti, 54 anni.

L’uomo, attualmente detenuto, è considerato persona di elevatissima pericolosita’ sociale, ha avuto ruoli di primo piano nella vendita di sostanze stupefacenti per conto del clan Di Lauro, per anni in lotta con diverse cosche per la gestione delle attività criminali in una vasta area territoriale comprendente i quartieri cittadini di Scampia e Secondigliano, e i limitrofi comuni di Arzano, Casavatore, Melito e Mugnano. Magnetti deve scontare, tra l’altro, un cumulo pene per 16 anni, 7 mesi e 6 giorni per associazione a delinquere di stampo mafiosa, spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento, evasione dalla misura degli arresti domiciliari, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il decreto di sequestro del Tribunale di Napoli ha disposto il sequestro di due appartamenti in via Vanella Grassi (quartiere Secondigliano); un appartamento in via Dante, vicoletto Grassi (quartiere Secondigliano); e una Fiat 500 X.

Related posts

Ladri scooter durante fuga si schiantano contro auto Polizia

Redazione StudioLive24

Legato albero e picchiato per falso profilo Instagram

Redazione StudioLive24

18 marzo, l’Italia celebra la Giornata nazionale in memoria delle vittime di Covid

Redazione StudioLive24

Leave a Comment