Primo piano

TV: su sky arte la storia di Alma Reville, la moglie di Alfred Hitchcok

Torna domani su Sky Arte alle 21.15 l’appuntamento con “Inseparabili. Vite all’ombra del genio”, scritta e condotta da Carlo Lucarelli, con il sesto episodio: “Ho sposato Alfred Hitchcok”, dedicato ad Alma Reville, la donna che visse e lavoro’ con il geniale regista inglese dagli esordi alla fama, fino a scomparire dietro la sua figura.
Quando Alfred Hitchcock nel 1923 incontra sua moglie Alma Reville, durante la lavorazione di un film, lei ha molta piu’ esperienza di lui. E’ una nota montatrice e lavora anche come sceneggiatrice.
L’intesa tra loro e’ immediata e ne nasce subito un legame umano e artistico che porta al matrimonio e a decine di film insieme.
All’inizio Alma viene accreditata nei lavori del marito. Con il crescere della notorietà di Hitchcock, tuttavia, il suo nome sparisce progressivamente, nonostante lei continui sempre a lavorare al suo fianco. Quello che si dice e’ che Alma abbia accettato le infatuazioni del marito per le bellissime attrici con cui lavorava, che lui non la tenesse in nessuna considerazione nella loro vita pubblica, la umiliava apertamente, pero’ non poteva fare a meno di lei nel suo lavoro. Nonostante questo Alma e’ rimasta accanto al marito, continuando a consigliarlo e intervenendo nelle sue scelte artistiche, lo ha fatto in silenzio, e’ scomparsa, proprio come il suo nome nei titoli di coda dei film. Ma, qui come in altri casi, c’e’ da domandarsi se senza di lei questi capolavori non avrebbero avuto qualcosa in meno.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy