Primo piano

Incendio baraccopoli Reggio Calabria, morto un migrante. Salvini: “La sgombereremo”

Un incendio è divampato nella notte nella baraccopoli di San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria, provocando la morte di un migrante 29enne, Moussa Ba, del Senegal. La sua identificazione è avvenuta in mattinata dopo che nel corso della notte, gli stessi migranti avevano indicato la vittima come Aldo Diallo.

L’equivoco è nato perché Diallo mancava all’appello. In mattinata, poi, l’uomo è stato rintracciato e gli investigatori hanno identificato Ba come la vittima dell’incendio. L’uomo viveva in una piccola roulotte all’interno del campo. Le fiamme sono divampate in una baracca ad una quindicina di metri da dove si trovava, ma si sono rapidamente propagate. Ba è stato colto nel sonno e non ha avuto scampo. Salgono cosi’ a tre le vittime di incendi nella baraccopoli di San Ferdinando registrate in un anno. ‘La sgombereremo’, dice Matteo Salvini. E un piano per trasferire i migranti che vivono a San Ferdinando e’ stato approntato nel corso della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto di Reggio Calabria.

Articoli correlati

Il Pd contro la Rai per lo spot con Salvini durante partita

Redazione StudioLive24

Vira verso Malta la Sea Watch 3, inizialmente diretta a Lampedusa

Redazione StudioLive24

La via Crucis del Papa per i migranti e bimbi violati

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy