Video

Napoli, rapinano un minorenne con il punteruolo di un ombrello: due arresti

Rapinano uno studente minorenne minacciandolo con un’arma rudimentale e poi tentano un’inutile fuga alla vista dei carabinieri che si trovavano a passare e, insospettiti, li bloccano. Così due rapinatori sono stati traditi dal loro gesto istintivo di correre e sono stati arrestati dai carabinieri della Stazione Quartieri Spagnoli.

I carabinieri, nel corso di un servizio di pattugliamento del centro storico, hanno notato i due individui che stavano passeggiando con fare sospetto in piazzetta Cariati e che si sono dati alla fuga alla vista dei militari. Quindi hanno iniziato a pedinarli e li hanno bloccati dopo un breve inseguimento a piedi. I due malfattori sono un 35enne, di Pozzuoli e di un 36enne, della provincia di Frosinone, entrambi già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

Subito dopo averli bloccati, i militari dell’Arma hanno accertato che i due stavano scappando perché immediatamente prima avevano appena rapinato lo smartphone a uno studente 15enne minacciandolo con un punteruolo. Percorrendo a ritroso il percorso dei due rapinatori durante in tentativo di fuga, infatti, i carabinieri hanno rinvenuto sia il telefonino appena rapinato che il punteruolo usato per la rapina: si tratta del manico di un ombrello trasformato in maniera artigianale in una micidiale arma da punta. I due arrestati sono stati portati a Poggioreale.

Articoli correlati

Serie A, perla Milik e Napoli vola: Cagliari si arrende nel recupero

Redazione StudioLive24

Fase2: De Magistris, “Emetterò ordinanze per aprire Napoli 24 ore su 24”

Redazione StudioLive24

Napoli: Sgominata banda che rubava auto, ritrovate anche in Spagna

Redazione StudioLive24

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy